Ciao, ora sei in Nuove regole sulla trasparenza

X

Accedi all'area riservata di ScelgoMutuo.it

E-mail
Password

Se hai dimenticato la password clicca qui

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Recupero della password di ScelgoMutuo.it

E-mail

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Registrati all'area riservata di ScelgoMutuo.it

La registrazione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento

E-mail
Password
Conferma Password

Letta l’informativa sulla privacy (DLGS 196/2013)

Affinchè i miei dati vengano trattati ai sensi
del paragrafo 3 dell‘informativa stessa

Registrandoti potrai:

Se sei già registrato effettua il login

X

X

X

Grazie

Commento inserito e in attesa di approvazione

X

Domande e Risposte

Gentile utente, ti ringraziamo per aver cliccato sul link, la sezione è in fase di test e sarà online nel più breve tempo possibile, ti invitiamo a tornare a trovarci presto e di continuare con la navigazione per scoprire gli altri servizi messi a disposizione gratuitamente da ScelgoMutuo.it

X

Grazie

Commento inserito e in attesa di approvazione

Nuove regole sulla trasparenza per conti e mutui

28/10/2016

immagine news

Nel provvedimento della Banca d'Italia del 30 Settembre 2016, che possiamo trovare nella Gazzetta Ufficiale n°247, vengono apportate integrazioni e modifiche sulla "trasparenza delle operazioni dei servizi bancari e finanziari e sulla correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti".
In questo provvedimento, che entrerà in vigore dal 1° Novembre, oltre a parti riscritte ci saranno nuovi allegati, tra questi vi troviamo: l'allegato 3, che dà informazioni generali ai consumatori riguardo il credito immobiliare; l'allegato 4E, ossia il Prospetto Informativo Standardizzato a livello europeo (Pies) che rende disponibili le informazioni dei mutui richiesti permettendo così di comparare le diverse offerte bancarie; l'allegato 5C che tratta il calcolo del TAEG per i contratti di credito immobiliare tramite un'equazione di base che da un lato esprime l'eguaglianza dei prelievi e dall'altra i rimborsi e le spese.
Viene invece eliminato l'allegato 4B.
Per una giusta integrazione ovviamente i precedenti allegati verranno ripubblicati.
Noi consumatori inoltre troveremo una guida che ci darà indicazioni per una "corretta" trasparenza, e ci aiuterà ad esempio a individuare le parti più importanti attraverso la sottolineatura e il grassetto, non dovranno esserci parti che potrebbero compromettere la leggibilità del documento, al contrario infatti troveremo schemi e tabelle per facilitare la comparazione delle banche e capire meglio il tutto.

Lascia un commento alla News