Ciao, ora sei in Unione Bancaria Europea

X

Accedi all'area riservata di ScelgoMutuo.it

E-mail
Password

Se hai dimenticato la password clicca qui

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Recupero della password di ScelgoMutuo.it

E-mail

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Registrati all'area riservata di ScelgoMutuo.it

La registrazione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento

E-mail
Password
Conferma Password

Letta l’informativa sulla privacy (DLGS 196/2013)

Affinchè i miei dati vengano trattati ai sensi
del paragrafo 3 dell‘informativa stessa

Registrandoti potrai:

Se sei già registrato effettua il login

X

X

X

Grazie

Commento inserito e in attesa di approvazione

X

Domande e Risposte

Gentile utente, ti ringraziamo per aver cliccato sul link, la sezione è in fase di test e sarà online nel più breve tempo possibile, ti invitiamo a tornare a trovarci presto e di continuare con la navigazione per scoprire gli altri servizi messi a disposizione gratuitamente da ScelgoMutuo.it

X

Grazie

Commento inserito e in attesa di approvazione

Unione Bancaria Europea

15/07/2013

immagine news

La crisi economica e finanziaria degli ultimi anni ha evidenziato la vulnerabilità del sistema bancario delle economie avanzate, compresa la Ue.
Da tempo si parla di un accordo per la creazione di un'“Unione Bancaria”, cioè un rimodellamento del sistema delle banche centrali europee che, tra le altre caratteristiche, possa:
• definire norme bancarie a livello europeo che fissino regole comuni per tutte le banche;
• fornire uno strumento di garanzia sui depositi, in modo da tutelare nella medesima misura i depositanti – risparmiatori, a prescindere dal Paese europeo in cui si trovano i loro risparmi;
• fornire un meccanismo di supervisione del settore bancario per prevenire i fallimenti bancari e, soprattutto, per intervenire ex ante quando una banca è in difficoltà, prima che siano necessarie iniezioni di liquidità a carico degli Stati.

L’accordo, nel dettaglio, conferisce alla Banca Centrale Europea poteri di supervisione sulle più grandi banche europee e di eventuali altri paesi dell’Unione Europea che volessero unirsi con almeno 30 miliardi di euro di attivi o che abbiano attivi per un valore maggiore o uguale al 20% del pil della nazione in cui la banca è stabilita. Inoltre, la Bce è autorizzata a intervenire anche su banche più piccole qualora lo ritenesse necessario; la supervisione sugli altri istituti rimane nelle mani delle banche centrali nazionali, così come l’onere della risoluzione di tutte le eventuali banche in difficoltà in territorio nazionale.
Ma in che cosa consiste l'Unione bancaria europea e quali sono i vantaggi che potrebbero scaturire?
In parole povere, l'unificazione bancaria europea è la creazione di un mercato creditizio integrato continentale: un progetto dunque estremamente ambizioso, obiettivo indispensabile per avere un Europa realmente unita.
A questo punto, resta la corsa contro il tempo per avviare il sistema entro le scadenze previste.

Lascia un commento alla News