Ciao, ora sei in fondo di garanzia prima casa aumento richiesta

X

Accedi all'area riservata di ScelgoMutuo.it

E-mail
Password

Se hai dimenticato la password clicca qui

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Recupero della password di ScelgoMutuo.it

E-mail

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Registrati all'area riservata di ScelgoMutuo.it

La registrazione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento

E-mail
Password
Conferma Password

Letta l’informativa sulla privacy (DLGS 196/2013)

Affinchè i miei dati vengano trattati ai sensi
del paragrafo 3 dell‘informativa stessa

Registrandoti potrai:

Se sei già registrato effettua il login

X

X

X

Grazie

Commento inserito e in attesa di approvazione

X

Domande e Risposte

Gentile utente, ti ringraziamo per aver cliccato sul link, la sezione è in fase di test e sarà online nel più breve tempo possibile, ti invitiamo a tornare a trovarci presto e di continuare con la navigazione per scoprire gli altri servizi messi a disposizione gratuitamente da ScelgoMutuo.it

X

Grazie

Commento inserito e in attesa di approvazione

Mutui: Sempre più italiani ricorrono al “Fondo di garanzia prima casa”

17/05/2016

immagine news

L’andamento positivo dei mutui è ormai cosa nota, il segno positivo si deve anche grazie al fondo di garanzia, che ha sicuramente permesso di estendere l’accesso al mutuo anche a chi non era nelle condizioni ideali.

I dati sono stati comunicati, qualche giorno fa, dall’Abi che ha sottolineato anche una forte crescita delle richieste di utilizzo di questo strumento da parte delle banche con un numero delle domande pari a circa 450 nel mese di marzo di quest’anno a fronte delle 62 mensili dello stesso mese del 2015.

Tra febbraio 2015 e marzo 2016, in virtù del “Fondo di garanzia prima casa”, i nuovi mutui già erogati (o in attesa di essere concessi) sono stati pari a un importo totale che ha raggiunto i 531 milioni di euro, mentre l’ammontare delle richieste ha toccato, nello stesso periodo, quota 808 milioni di euro.

I dati continuano a confermare che in Italia, questo fondo, è considerato un valido strumento di accesso ai mutui per l’acquisto della propria casa, sopratutto per i giovani visto che lo strumento ha interessato gli under 35 per il 58% del totale.

Le banche hanno aumentato il numero di richieste di utilizzo di questo strumento, maggiormente in Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Sicilia e Lazio.

L’obiettivo, secondo l’Abi, è di proseguire l’accesso ai mutui attraverso una dotazione da 550 milioni di euro che potrebbe garantire finanziamenti potenziali per 12-15 miliardi di euro.

Gli istituti che utilizzano il Fondo non possono richiedere ulteriori garanzie ai mutuatari, oltre a quella ipotecaria. Il Fondo di garanzia per la casa contro garantito dallo Stato prevede il rilascio di garanzie a copertura del 50% della quota capitale dei mutui ipotecari (fino a 250.000 euro) erogati per l’acquisto, o la ristrutturazione per l’accrescimento dell’efficienza energetica, degli immobili adibiti a prima casa, con priorità di accesso per le giovani coppie o i nuclei famigliari monogenitoriali con figli minori, nonché di giovani con contratti di lavoro atipico con età inferiore a 35 anni.

La garanzia è attuabile solo per chi, alla data della domanda di mutuo, non risulti proprietari di altri immobili ad uso abitativo, salvo quelli di cui abbiano acquistato la proprietà per successione e che siano in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli.

Sono 142 le banche che hanno aderito al Fondo (circa il 70% in termini di sportelli bancari).

Se stai cercando il mutuo più adatto alle tue esigenze visita: www.sceglibanche.it/mutuo

Lascia un commento alla News