Ciao, ora sei in mutuo giovani coppie

X

Accedi all'area riservata di ScelgoMutuo.it

E-mail
Password

Se hai dimenticato la password clicca qui

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Recupero della password di ScelgoMutuo.it

E-mail

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Registrati all'area riservata di ScelgoMutuo.it

La registrazione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento

E-mail
Password
Conferma Password

Letta l’informativa sulla privacy (DLGS 196/2013)

Affinchè i miei dati vengano trattati ai sensi
del paragrafo 3 dell‘informativa stessa

Registrandoti potrai:

Se sei già registrato effettua il login

X

X

X

Grazie

Commento inserito e in attesa di approvazione

X

Domande e Risposte

Gentile utente, ti ringraziamo per aver cliccato sul link, la sezione è in fase di test e sarà online nel più breve tempo possibile, ti invitiamo a tornare a trovarci presto e di continuare con la navigazione per scoprire gli altri servizi messi a disposizione gratuitamente da ScelgoMutuo.it

X

Grazie

Commento inserito e in attesa di approvazione

Mutuo "giovani coppie"

02/12/2013

immagine news

La difficoltà per le giovani coppie per accedere a un mutuo, soprattutto se uno dei due ha un lavoro precario, sono note. Per venire incontro a queste esigenze il 29/11/2013, con la legge di stabilità 2014 è stato rinnovato il Fondo Statale per la concessione dei mutui alle giovani coppie, che prevede inizialmente 50 milioni di euro cui si aggiungono altri 10 milioni di euro nel 2014, ed altrettanti nel 2015.
Questo rinnovo è stato il risultato dell’accordo tra Antonio Patuelli, Presidente dell'ABI, Associazione bancaria italiana, e da Cécile Kyenge, Ministro per l'Integrazione con la delega alle Politiche Giovanili.
In particolare sono destinatari del Fondo le giovani coppie e i nuclei familiari monogenitoriali con figli minori, con priorità per quelli i cui componenti non risultano occupati con rapporto di lavoro a tempo indeterminato.
Potranno beneficiare dell'iniziativa anche i titolari di un contratto di lavoro atipico.
I beneficiari del Fondo dovranno avere un'eta' inferiore ai 35 anni, con un reddito Isee complessivo non superiore ai 40 mila euro e non dovranno essere proprietari di altri immobili ad uso abitativo . L’immobile per cui si richiede il mutuo deve essere adibito ad abitazione principale e non deve avere una superficie superiore a 95 metri quadrati.
I destinatari potranno beneficiare di una copertura pubblica fino a un importo non superiore a 75 mila euro; per accedere al Fondo e' indispensabile che il mutuo non superi i 200 mila euro; L’accordo tra Abi e Dipartimento della Gioventù prevede che lo stato garantisca il 50% della quota capitale del mutuo concesso. Le banche non potranno richiedere garanzie ulteriori oltre l¹ipoteca sull¹immobile.
I mutui potranno essere sottoscritti con un tasso al momento della stipula non superiore al tasso effettivo globale medio (tegm) sui mutui, pubblicato trimestralmente dal Ministero dell'economia e delle finanze.

Lascia un commento alla News