Ciao, ora sei in mutuo tasso variabile

X

Accedi all'area riservata di ScelgoMutuo.it

E-mail
Password

Se hai dimenticato la password clicca qui

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Recupero della password di ScelgoMutuo.it

E-mail

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Registrati all'area riservata di ScelgoMutuo.it

La registrazione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento

E-mail
Password
Conferma Password

Letta l’informativa sulla privacy (DLGS 196/2013)

Affinchè i miei dati vengano trattati ai sensi
del paragrafo 3 dell‘informativa stessa

Registrandoti potrai:

Se sei già registrato effettua il login

X

X

X

Grazie

Commento inserito e in attesa di approvazione

X

Domande e Risposte

Gentile utente, ti ringraziamo per aver cliccato sul link, la sezione è in fase di test e sarà online nel più breve tempo possibile, ti invitiamo a tornare a trovarci presto e di continuare con la navigazione per scoprire gli altri servizi messi a disposizione gratuitamente da ScelgoMutuo.it

X

Grazie

Commento inserito e in attesa di approvazione

Cos’è un mutuo a tasso variabile

18/05/2016

immagine news

Il mutuo tasso variabile è il finanziamento il cui tasso di interesse è legato all'oscillazione di un indice finanziario di riferimento. In base all'andamento del mercato finanziario, l'ammontare della rata del mutuo può variare: verso l'alto quando il tasso di riferimento sale, verso il basso quando quest’ultimo scende.

L’importo della rata, quindi, dipenderà dall'andamento del mercato riferito al periodo previsto per il pagamento della nuova rata. Spesso gli importi iniziali delle rate di un mutuo variabile risultano più contenuti rispetto a quelli di un mutuo a tasso fisso.

L’importo della rata, quindi, dipenderà dall'andamento del mercato riferito al periodo previsto per il pagamento della nuova rata. Spesso gli importi iniziali delle rate di un mutuo variabile risultano più contenuti rispetto a quelli di un mutuo a tasso fisso.

Vediamo i principali vantaggi, del mutuo a tasso variabile

Si basa solitamente sull’Euribor a scadenza 1, 3 o 6 mesi, a seconda del tipo di rateizzazione. Il tasso, e quindi la rata, possono subire variazioni lungo tutto il periodo di ammortamento. Dato che il tasso non viene bloccato, le banche possono permettersi di prestare il denaro ad un costo inferiore rispetto ai finanziamenti a tasso fisso.

Il tasso variabile all’inizio è più conveniente del fisso, a meno che l’Euribor cresca sensibilmente nel corso del tempo.

In particolari condizioni di mercato è possibile che il tasso diminuisca ulteriormente.

E’ maggiormente scelto dai mutuatari più propensi al rischio, dotati di un reddito medio-alto che può sopperire agli eventuali rincari della rata.

È consigliato quando le previsioni di mercato annunciano un calo del costo del denaro (quindi la diminuzione dei tassi), o una sua probabile stabilità lungo un arco temporale medio-lungo.

Se stai cercando il mutuo più adatto per realizzare i tuoi desideri visita www.sceglibanche.it/mutuo. Il servizio è gratuito e ti permetterà di trovare il mutuo più vantaggioso nella tua città.

Lascia un commento alla News