Ciao, ora sei in surroghe mutuo principale abitazione

X

Accedi all'area riservata di ScelgoMutuo.it

E-mail
Password

Se hai dimenticato la password clicca qui

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Recupero della password di ScelgoMutuo.it

E-mail

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Registrati all'area riservata di ScelgoMutuo.it

La registrazione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento

E-mail
Password
Conferma Password

Letta l’informativa sulla privacy (DLGS 196/2013)

Affinchè i miei dati vengano trattati ai sensi
del paragrafo 3 dell‘informativa stessa

Registrandoti potrai:

Se sei già registrato effettua il login

X

X

X

Grazie

Commento inserito e in attesa di approvazione

X

Domande e Risposte

Gentile utente, ti ringraziamo per aver cliccato sul link, la sezione è in fase di test e sarà online nel più breve tempo possibile, ti invitiamo a tornare a trovarci presto e di continuare con la navigazione per scoprire gli altri servizi messi a disposizione gratuitamente da ScelgoMutuo.it

X

Grazie

Commento inserito e in attesa di approvazione

Strategia di ribasso per le surroghe

25/02/2015

immagine news

Il 2015 sarà un anno caratterizzato da un netto rialzo del mercato dei mutui. Le banche non solo hanno dichiarato di mettere a disposizione del consumatore più budjet per i mutui, ma hanno intenzione di ripartire dalla surroga.
Cos'è la surroga? E' uno strumento attraverso il quale ogni cliente ha la possibilità di trasferire il proprio mutuo, a costo zero, da una banca ad un'altra che offre migliori condizioni. In questo modo è possibile ridefinire i termini di contratto come tasso d'indicizzazione e durata, ma non l'importo del debito residuo; se si vuole richiedere un importo maggiore si è costretti a stipulare un nuovo contratto. Le surroghe stanno trainando il mercato dei mutui: solo nell'ultimo mese due mutui erogati su tre, sono stati surroghe.
Non è detto però che questo strumento sia sempre la scelta ottimale del mutuatario, a volte basta una semplice rinegoziazione con la propria banca, delle condizioni di partenza. Se il tasso del mutuo di surroga è sensibilmente più basso rispetto al tasso che si sta pagando con il vecchio mutuo e se mancano ancora parecchi anni prima della fine del mutuo non c’è dubbio che convenga abbassare il tasso. Se invece mancano pochi anni un’operazione di surroga potrebbe rivelarsi infruttifero, considerato che la banche italiane caricano molto sugli interessi soprattutto nei primi anni di mutuo.

Lascia un commento alla News